Zwei Männer an einem Verladehof.


Selezionare un Paese:

Selezionare un Paese:

Informazioni sui pedaggi in Francia

In Francia l’utilizzo delle autostrade è a pagamento. Fanno eccezione le regioni dell’Alsazia/Lorena, dell’Alvernia e della Bretagna oltre alle autostrade urbane.

Gestore del pedaggio: TIS PL, Liber-t, DKV BOX EUROPE

Informazioni generali

Francia

Francia

Valido per gli autoveicoli TratteFatturazione
(≤ 3,5 t) e altezza max 3 m incl. rimorchioAutostrade, ponti, tunnel, aree parcheggioLiber-t BOX, DKV CARD
> 3,5 t Autostrade, ponti, tunnel, aree parcheggio DKV BOX EUROPE , TIS PL, SELECT
(≤ 3.5 t) Tunnel del Fréjus e Monte BiancoDKV CARD
(> 3.5 t) Tunnel del Fréjus e Monte BiancoFréjus CARD - Consorzio DKV

Linee guida per i camion

Zwei Männer an einem Verladehof.

L’abbreviazione TIS PL significa “Télépéage Inter-Sociétés Poids Lourds” e designa il sistema francese di pagamento dei pedaggi per i camion di categoria 3 e 4. Sono circa 9.000 i km di autostrade francesi (PDF), oltre ad alcuni ponti e gallerie, a esigere un pedaggio per tutti i veicoli con peso totale pari o superiore a 3,5 tonnellate.

Sono 3 i criteri per determinare la categoria dei veicoli sulle autostrade francesi soggette a pedaggio:

  • altezza massima della combinazione di veicoli
  • peso massimo ammesso della motrice
  • numero di assi (a contatto col suolo/combinazione di veicoli)

Dal 1° gennaio 2021 DKV ha interrotto gradualmente l'accettazione della DKV CARD per i pedaggi autostradali francesi. Tuttavia potete scegliere di pagare comodamente i pedaggi utilizzando il DKV BOX. Tariffe dei pedaggi (PDF) in Francia..

La maggior parte dei gestori di pedaggi francesi concedono un ulteriore sconto TIS PL (PDF) in Höhe von maximal 13% für die Nutzung der DKV BOX .

Il pagamento tramite DKV CARD è possibile solo per il “Pont de Normandie” e il “Pont de Tancarville”.

Il DKV BOX è accettato anche dai sistemi di pedaggio VIA T in Spagna e VIA VERDE/SCUT in Portogallo, nonché nel tunnel Liefkenshoek tra Anversa e Rotterdam, nei tunnel Warnow e Herren in Germania e in alcune aree di parcheggio .

Potete trovare la stazione di pedaggio più vicina utilizzando la rete interattiva delle autostrade francesi . Riceverete anche informazioni in tempo reale sul traffico.

Linee guida per i veicoli > 3,5 t

Zwei Männer an einem Verladehof.

La registrazione del pedaggio è completamente automatica e viene effettuata attraverso un box applicato al parabrezza. Il sistema di pedaggio è analogo al pedaggio TIS PL in Francia ed è basato sulla tecnologia a microonde (DSRC).

Il Liber-t BOX offre la massima comodità poiché è accettato su un’ampia rete stradale:

  • Autostrade, ponti e tunnel (ad eccezione dei trafori del Fréjus e del Monte Bianco)
  • Quasi 300 parcheggi in città, stazioni ferroviarie e aeroporti. Questi parcheggi sono contrassegnati dalla lettera "t" di colore arancione.

È possibile utilizzare il Liber-t BOX per i seguenti parcheggi:

Con il Liber-t BOX potete usufruire di tutti i vantaggi del pedaggio elettronico e avere la certezza di viaggiare rapidamente senza inutili attese e senza dover ritirare il biglietto presso le stazioni della rete autostradale francese (eccetto che per i trafori del Fréjus e del Monte Bianco).

Per ordinare il Liber-t BOX compilate i seguenti moduli:

Modulo d’ordine (PDF)

Direttive (PDF)

Per registrare più di 5 veicoli potete utilizzare anche la lista elettronica dei veicoli (XLSX).

Categorie dei veicoli (PDF)

Foglio di servizio (PDF)

Per completare la registrazione si prega di inviare il modulo d’ordine compilato e firmato ed eventualmente la lista elettronica dei veicoli alla unità di vendita DKV MOBILITY competente.

Zwei Männer an einem Verladehof

Tunnel e ponti

Per i tunnel e i ponti elencati sotto è possibile pagare il pedaggio con la DKV CARD .

  • Tunnel del Monte Bianco tra Le Fayet/F e Aosta/I
  • Tunnel del Fréjus tra Chambéry/ F e Torino/ I
  • Tunnel Maurice Lemaire tra Sainte-Marie-aux-Mines/F e Saint-Dié/ F
  • Pont de Normandie
  • Pont de Tancarville
  • Viaduc de Millau

Pagamento

Zwei Männer an einem Verladehof.

Per chi viaggia spesso: il DKV BOX EUROPE

  • Semplice da installare e pronto per essere usato
  • Passaggio rapido da tutte le stazioni di pedaggio senza fermarsi
  • Approfitta di interessanti sconti

Richiedi subito il DKV BOX EUROPE

Per chi viaggia saltuariamente: la DKV CARD

Una modalità alternativa per pagare i pedaggi in Francia quando serve

Richiedi la DKV CARD

Vantaggi per i clienti

  • Gli importi per transiti su arterie, ponti e tunnel assoggettati a pedaggio nel territorio di Francia, Spagna e Portogallo, nonché relativi tunnel, sono saldati in tutta comodità con un’unica fattura (transnazionale)
  • Corsie dedicate e appositamente contrassegnate per pedaggio elettronico
  • Risparmio di tempo
  • Fino al 13% di sconto per passaggi con DKV BOX
  • Accesso in tutta comodità ai parcheggi custoditi e al relativo sistema di fatturazione senza contanti grazie a DKV BOX e DKV CARD
  • Fattura DKV con dettaglio di tutti i transiti autostradali e dei pagamenti per le soste nei parcheggi
  • Fattura senza IVA per i clienti titolari di partita IVA in Francia (reverse charge)
  • Utilizzo del DKV eREPORTING Controllo online del consumo, allarmi, consultazione delle procedure non ancora fatturate

Consigli importanti per TIS PL

Determinate corsie delle stazioni di pedaggio francesi sono riservate ai veicoli di classe 4. L’utilizzo di tali corsie comporta il conteggio automatico del pedaggio in categoria 4. Le corsie riservate sorgono sul lato destro della stazione di pedaggio e sono contrassegnate da un esagono arancione con il simbolo di un camion o la dicitura “Classe 4”.

Saint Amoult (A10)

Artenay (A10)

Orléans Nord (A10)

Tours Nord (A10)

St. Christophe/ Nais (A28)

Veigné (A85)

Vierzon centre (A71)

Non rischiate l’addebito della categoria di veicolo sbagliata!

Vi ricordiamo di utilizzare sempre la giusta corsia alla stazione di pedaggio: risparmierete così denaro all’atto della fatturazione e accerterete che i vostri veicoli siano sempre inseriti nella categoria corretta.

DKV consiglia

Nell’elenco pedaggi della vostra fattura, potete vedere nella colonna “Corsia” in quali viaggi è stata utilizzata la corsia riservata. Il servizio gratuito online DKV eREPORTING consente inoltre di controllare un eventuale utilizzo di corsia errata. Un modo semplice e veloce per tenere traccia delle transazioni relative all’utilizzo di tali corsie e richiamare l’attenzione dei vostri conducenti sul loro uso corretto!

Ulteriori indicazioni per un utilizzo ottimale delle nuove corsie a 30 km/h.

Le corsie a 30 km/h: un servizio inedito e innovativo che sta prendendo piede in un numero sempre maggiore di stazioni di pedaggio della rete autostradale francese.

Si tratta di corsie in cui la velocità è limitata a 30 km/h per consentire il pagamento automatico in modalità elettronica del pedaggio senza dover interrompere la marcia. L’attraversamento del casello senza arrestare il veicolo permette ai clienti DKV di risparmiare tempo e carburante!

Attraverso un sistema di riconoscimento ottico, viene rilevata la classe del veicolo. Le antenne riconoscono il numero di targa, attivando la luce verde del semaforo e l’apertura della sbarra. Affinché il vostro DKV BOX sia riconosciuto in questa corsia, è necessario che:

il dispositivo sia posizionato correttamente sul parabrezza; la vostra velocità massima sia pari a 30 km/h; la distanza di sicurezza sia rispettata e il vostro DKV BOX sia funzionante!

Attenzione: in caso di barriera chiusa o semaforo rosso, non deve essere utilizzata questa corsia.

Attenzione: si richiama alla massima cautela in quelle stazioni di pedaggio in cui le corsie a 30 km/h si trovano sul lato sinistro!

Esempi di reclami dei clienti per addebiti TIS PL

Vi è mai capitato di riscontrare la dicitura “TLPC” sul vostro elenco pedaggi TIS PL? In tal caso vi è probabilmente anche accaduto di irritarvi per l’addebito della “tariffa massima” (in francese, “tarif le plus cher”). I consigli e i trucchi riportati di seguito vi aiuteranno a evitare futuri errori di conteggio.

I due principali motivi all’origine di un calcolo errato delle transazioni sono:

il conteggio della tariffa massima e

un errore di classificazione del vostro veicolo presso la stazione di pedaggio.

Una delle cause dell’addebito della tariffa massima (TLPC) risiede nel superamento del limite di permanenza su una tratta a pedaggio. A seconda del gestore autostradale, i vostri veicoli possono infatti permanere su una determinata autostrada per un periodo massimo compreso tra 24 e 48 ore. L’applicazione della TLPC dovuta a tale fattore non è passibile di contestazione. Di seguito è riportato un prospetto dei limiti di permanenza consentiti sulle rispettive reti francesi.

Il limite di permanenza è pari a un massimo di 24 ore presso:

Adelac

Alienor

AREA

ASF

ESCOTA

SANEF

SAPN

SFTRF

ARCOUR

ALBEA

Il limite di permanenza è pari a un massimo di 48 ore presso:

ALIS

APRR

ATMB

COFIROUTE

Non è previsto alcun limite di permanenza per:

Alicorne

DKV consiglia

Al fine di evitare l’addebito della tariffa massima, si raccomanda di rispettare la soglia temporale di permanenza. L'utilizzo della tratta tra "Savigny sur Clairis" e "St.-Hilaire-les-Andrésis" sull'autostrada A19 (ARCOUR) è gratuito se il viaggio dura meno di 30 minuti. Se il transito su questa tratta si protrae per più di 30 minuti, il gestore francese ARCOUR applica il pedaggio massimo.

Con DKV eREPORTING, gli utenti provvisti di DKV BOX possono controllare gratuitamente tutte le tratte percorse il giorno precedente, già 24 ore dopo il transito. È in tal modo possibile individuare rapidamente e in tutta comodità il luogo e il momento in cui è stata applicata la tariffa massima per il superamento del limite di permanenza e avvertire opportunamente i vostri conducenti, risparmiando denaro!

Nella vostra fattura DKV, il fatturato pedaggi scontato in Francia viene calcolato in forma di importo complessivo. Questa voce è indicata con il codice prodotto 5J01. Ulteriori dettagli sono disponibili nell’elenco pedaggi DKV.

Descrizione degli sconti concessi per dispositivo o per cliente nell’elenco pedaggi DKV L’elenco pedaggi DKV contiene i dettagli sulle singole tratte di tutti i veicoli, nonché gli sconti e le commissioni delle società di gestione. La prima pagina di ogni elenco inizia con un riepilogo del fatturato pedaggi, nonché con gli sconti applicati e le commissioni delle società di gestione. Per rendere più agevole il controllo, vi consigliamo di visionare gli importi totali per gestore e per DKV BOX.

Se le società di gestione conteggiano sconti o commissioni solo in forma di valore complessivo per cliente (SANEF, SAPN, ATMB, AREA), i dati corrispondenti si trovano alla fine del prospetto, indicati come totale parco mezzi e corredati dal dettaglio del gestore. Con la lista dei pedaggi riceverete successivamente un prospetto dettagliato di tutte le singole transazioni conteggiate per veicolo.

errato rilevamento del casello di entrata o di uscita.

Reclamo TIS PL: errato rilevamento del casello di entrata o di uscita.

Un’altra causa all’origine dell’applicazione della tariffa massima (TLPC) è legata all’impossibilità, da parte del gestore, di stabilire la tratta effettivamente percorsa in virtù di una rilevazione errata del casello di entrata o di uscita. In tal caso, il gestore conteggia automaticamente la tratta più lunga.

L’erroneo rilevamento del casello di entrata e di uscita può dipendere da tre diversi fattori:

errore nell’utilizzo della corsia da parte del conducente;

anomalia del casello;

DKV BOX difettoso!

Nel sistema autostradale francese, la categoria del veicolo costituisce la base di calcolo per lo scaglionamento dei pedaggi.

La categoria del vostro veicolo è valutata secondo questi tre criteri:

altezza del veicolo;

peso complessivo ammesso;

numero di assi (a contatto con il suolo).

Le classi 3 e 4 comprendono tutti i veicoli di altezza massima pari a 3 m o di peso totale massimo consentito superiore a 3,5 t (mezzi pesanti = TIS PL). La classe 3 si differenzia dalla 4 solo per numero di assi: i veicoli di classe 3 ne hanno al massimo 2, i veicoli di classe 4 ne hanno più di 2.

In Francia, per il pagamento elettronico del pedaggio, si può utilizzare il DKV BOX nei camion e nei bus di categoria 3 o 4. La classe del veicolo viene registrata in maniera univoca nel DKV BOX dai gestori, pur non essendo utilizzata per il calcolo del pedaggio. I gestori rilevano la categoria del veicolo durante l’attraversamento della stazione di pedaggio mediante il personale o tramite i sensori posti nelle corsie con pagamento automatico. Può accadere che alla stazione di pedaggio il veicolo sia rilevato in maniera errata e si veda quindi attribuire una “classe superiore”.

È comunque sempre possibile contestare tali transazioni presso il gestore in un secondo momento. Il presupposto essenziale a tal fine risiede nel fatto di non aver utilizzato la corsia riservata ai veicoli di classe 4.

Rivolgetevi in tali casi al vostro consulente: sarà lieto di occuparsene!

Consigli e trucchi: come evitare l’addebito di una tariffa massima (TLPC).

Mantenendo la distanza minima di 5 m

Affinché il DKV BOX possa essere rilevato in maniera corretta, il conducente deve assicurarsi di mantenere una distanza minima di 5 m dal veicolo che lo precede al casello. Si raccomanda anche di accertare che il DKV BOX sia posizionato come indicato nelle nostre istruzioni di installazione.

Segnalando il malfunzionamento presso la stazione di pedaggio

Se, presso una determinata stazione di pedaggio, vi viene spesso addebitata la tariffa massima o la corsia su cui transitate si rivela frequentemente difettosa, vi invitiamo a comunicarcelo. Ci metteremo in contatto con il gestore, avvertendolo dei disagi.

Sostituendo gratuitamente un DKV BOX difettoso

Se accade sempre più spesso che vi sia addebitata la tariffa massima, forse il vostro DKV BOX non funziona correttamente. In tal caso è sufficiente contattare il vostro consulente, che si occuperà di sostituire il dispositivo difettoso in modo rapido e gratuito, concordando con voi il momento più opportuno. Accertatevi solo di rispedirci il vostro vecchio DKV BOX per evitare che vi sia addebitata una commissione aggiuntiva.

DKV consiglia

All’interno della sezione “Report anomali” di DKV eREPORTING, è a vostra disposizione lo strumento di analisi dei casi di applicazione della "tariffa massima", con cui potrete identificare rapidamente e quindi contestare queste transazioni!

Il report vi informa inoltre gratuitamente e in tutta comodità sul momento in cui è avvenuto o è previsto l’accredito corrispondente da parte della società di gestione dei pedaggi. Le transazioni relative ai pedaggi possono inoltre essere ordinate secondo il “contrassegno” che le precede. In tal modo, basterà selezionare tutte le transazioni con segno “-” per accertarsi dell’effettivo inserimento della correzione.

Il fattore discriminante risiede in tal caso nella durata di percorrenza:

se tra l’entrata e l’uscita trascorrono meno di 15 minuti, viene applicata solo la tariffa minima.

Se, al contrario, la durata di percorrenza supera i 15 minuti, si incorre nell’applicazione della tariffa massima.

La nostra raccomandazione è di prendere l’uscita successiva “Aire de l'Adour Sud” (n° 7). La tratta tra le uscite 6 e 7 è di circa 7 km ed è gratuita se percorsa in meno di 30 minuti.

Il gestore non concede alcun rimborso in caso di ripetuti reclami.

Tariffe del pedaggio TLMC e TLPC per questa fattispecie

Domande frequenti su TIS PL, calcolo del pedaggio sulla rete francese e utilizzo corretto delle corsie

Che cosa deve fare il conducente in caso di rilevamento erroneo del DKV BOX presso il casello di entrata?

In questo caso, il conducente deve prelevare un biglietto di pedaggio oppure richiederlo al personale via interfono. All’uscita, egli dovrà utilizzare necessariamente la corsia con pagamento manuale e presentare il proprio biglietto al personale. I dati della tratta e i dettagli del DKV BOX saranno elaborati manualmente dal personale e il pedaggio figurerà nella successiva fattura DKV.

In questo caso, il conducente deve verificare il posizionamento del dispositivo, avvicinarsi nuovamente alla sbarra e rivolgersi eventualmente al personale con l’interfono.

In linea di principio l’addebito di una tariffa massima per superamento del limite di permanenza sull’autostrada non può essere contestato. Vi invitiamo a rivolgervi al vostro consulente per ogni domanda in proposito. Nel caso in cui la tariffa massima sia stata applicata a causa di un rilevamento erroneo del casello di entrata o uscita, avete naturalmente il diritto di sporgere reclamo rivolgendovi al vostro consulente. A tal fine, è sufficiente fargli pervenire una copia della ricevuta di entrata o uscita dal casello autostradale. L’importo “errato” sarà completamente riaccreditato, mentre quello corretto sarà addebitato nuovamente con una corrispondente nuova voce in fattura.

Mi accade sempre di essere classificato nella categoria sbagliata presso la medesima stazione di pedaggio. Che cosa posso fare per risolvere la situazione?

Potete rivolgervi al vostro consulente, che sarà lieto di trovare una soluzione.

Se vi è stato addebitato un importo superiore al dovuto, è possibile contestarlo direttamente presso il casello d’uscita della stazione in cui ritirate il biglietto di pedaggio. Potete effettuare la segnalazione tramite l’interfono. Subito dopo, riceverete un modulo da compilare e rispedire al gestore. Naturalmente può occuparsene per voi il vostro consulente DKV. In caso di smarrimento del biglietto o laddove non foste in grado di esibirlo, è tuttavia necessario dichiararlo al personale addetto. Tale fattispecie comporta l’impossibilità di proseguire e l’addebito automatico della tariffa massima.

Documenti necessari per la contestazione dell’errato addebito della tariffa massima presso le rispettive società di gestione Originale della ricevuta d’entrata da presentare alla società di gestione, che si occupa poi della verifica.

Tale ricevuta consente infatti al gestore di individuare la stazione di pedaggio di entrata e la tratta effettivamente percorsa, per poi addebitare l’importo corrispondente.

Attenzione: in assenza della ricevuta di entrata, sarà comunque addebitata la tariffa massima.

Programma di sconti TIS PL: con il DKV BOX beneficiate in esclusiva di uno sconto massimo del 13% sulle transazioni dei pedaggi TIS PL.

Alcune società autostradali prevedono una partecipazione automatica e gratuita al programma di sconti (per es. ASF, ESCOTA); altre richiedono invece una tassa di iscrizione calcolata per dispositivo o a seconda del numero di dispositivi. Il programma di sconti prevede meccanismi particolarmente vantaggiosi per i camion più ecologici. La scontistica è calcolata sulla base della classe inquinante del veicolo e del fatturato mensile netto del pedaggio a seconda della società di gestione.

Prospetto dettagliato e aggiornato dei diversi programmi di sconti (PDF)

Iscrizione al programma di sconti e cancellazione

L’iscrizione a un programma di sconti, così come la revoca della partecipazione, sono possibili in ogni momento con decorrenza effettiva a partire dal mese successivo, sempre che siano comunicate al consulente entro il giorno 15 di ogni mese.

Attenzione: la partecipazione a un programma di sconti è possibile con l’utilizzo di DKV BOX TIS PL e di DKV BOX SELECT vincolati a uno specifico numero di targa. Essendo i DKV BOX di questo tipo collegati a un unico veicolo, è necessario che i DKV BOX TIS PL e i DKV BOX SELECT riferiti a un determinato numero di targa siano installati esclusivamente nel mezzo corrispondente. È espressamente vietato qualsivoglia utilizzo del DKV BOX in un veicolo diverso da quello registrato e a esso associato.

Alcuni gestori (SANEF, APPR, ASF…) effettuano controlli automatici per la verifica delle targhe. Essi si riservano pertanto di non concedere sconti in caso di discrepanza tra la targa registrata con l’OBU e quella del veicolo.

A partire da ottobre 2014 la fatturazione per il pedaggio autostradale francese TIS PL è diventata più trasparente. La nuova fatturazione ha ora cadenza mensile! Tale sistema consente di risalire con facilità al mese di origine delle transazioni. L’addebito delle transazioni TIS PL, inclusi sconti e commissioni delle Società Autostradali (PDF), avviene nelle fatture DKV del 15 del mese di fatturazione e contiene tutte le transazioni della mensilità precedente.

Spiegazione del metodo di fatturazione TIS PL su base mensile (PDF)

Chiedi di essere richiamato

Volete approfittare anche dei vantaggi offerti da DKV? Vi richiameremo volentieri.

Per informazioni più dettagliate si prega di leggere la nostra informativa sulla protezione dei dati .

* Campo obbligatorio